Lo chef Luigi Diotaiuti vuole attirare i giovani commensali ad Aperto

Luigi Diotaiuti
Luigi Diotaiuti

[Washington City Paper] Un ristorante italiano contemporaneo dello chef Luigi Diotaiuti ha aperto tranquillamente a Foggy Bottom (2013 I St. NW) poco più di un mese fa. “Dopo 40 anni di carriera, ho imparato che è sempre meglio aprire con il profilo basso”, dice Diotaiuti, spiegando che aiuta un ristorante a sistemare i dettagli prima che gli ospiti si riversino attraverso le porte. Adesso lo chef, che a volte indossa un camice da cuoco ornato di bottoni a forma di pasta papillon, è pronto a gridare ai quattro venti l’apertura di Aperto.

Il primo ristorante di Diotaiuti, Al Tiramisu, è stato a lungo un punto fermo nella scena gastronomica italiana della città, e lo chef ha costruito la sua reputazione cucinando cibo italiano ispirato dalla sua città natale, la Basilicata, in Italia. “Il tiramisù è stato il mio bambino”, dice. “È stato dove sono state messe tutte le mie ultime gocce della mia passione e del mio sudore…”. Ma dopo 20 anni, lo chef ha finalmente deciso che era giunto il momento di aprire un secondo ristorante.


I Washingtoniani lo conoscono da Al Tiramisu al largo di Dupont Circle.

C’era una serie di criteri molto specifici che guidavano la sua ricerca. “Ho sempre desiderato avere una stanza privata o un luogo dove poter organizzare eventi culturali”, afferma. Indispensabili anche una cucina a vista e un ampio patio esterno. Poi ha trovato lo spazio ex Primi Piatti. “È come tornare al futuro”, dice lo chef perché ha lavorato al ristorante per due anni prima di aprire Al Tiramisù.

Mentre Diotaiuti vuole che Aperto sia accogliente e affidabile come Al Tiramisu, ci saranno alcune differenze significative nel menu, e il nuovo ristorante spera anche di riempire il suo calendario di eventi, fungendo da centro culturale. Nelle due sale private del locale, Diotaiuti spera di ospitare non solo corsi di cucina e cene a base di vino, ma anche lezioni più accademiche sulla storia e la geografia in relazione alla cultura e alla cucina italiana. Pensa alle diapositive di PowerPoint.

Nel regno del cibo e delle bevande, i contrasti tra Aperto e il suo predecessore sono sia culinari che strutturali. “Al Tiramisù è come la classica trattoria del centro in Italia”, dice Diotaiuti. Aperto si sta posizionando come un luogo più alla moda e più movimentato per attirare l’ambito demografico millenario.

Diotaiuti spera che una delle maggiori attrattive sia il menu dei cocktail. Invece di limitarsi al vino, Aperto offre bevande miste, tra cui alcune realizzate con il limoncello, l’amaro, la grappa e il vermouth fatti in casa da Diotaiuti.

C’è anche un pranzo espresso di tre portate ($ 33) che si rivolge alla folla dell’ufficio con una zuppa o insalata, un antipasto e tiramisù. I piatti di pasta e gli antipasti regolari nel menu del pranzo vanno da $ 14 a $ 29. Per cena, vanno da $ 20 a $ 45.

Dall’apertura di Aperto, Diotaiuti è stato entusiasta di avere la libertà di cambiare la sua cucina. “Le persone che abbiamo al Tiramisù sono abituate ai gusti e sarebbe difficile per me cambiarlo, aggiornarlo”, dice. “Ora posso esprimermi completamente.”

Oltre a una lista di piatti di pasta, risotto e gnocchi, il menu di Aperto include un’offerta cruda che cambia ogni giorno, una selezione di salumi e formaggi della casa, un panino con la porchetta e polpo alla griglia con purea di ceci, prezzemolo fritto e aglio e olio d’oliva aromatizzato al peperoncino.

Il ristorante serve il pranzo dal lunedì al venerdì dalle 11:30 alle 16:00. La cena è dalle 17:00 alle 22:00 Da domenica a giovedì e fino alle 23:00 il venerdì e il sabato. Hanno in programma di lanciare presto il brunch del fine settimana.

Aperto, 2013 I St. NW; (202) 223-3600; apertodc.com

0 commenti su “Lo chef Luigi Diotaiuti vuole attirare i giovani commensali ad Aperto”

Lascia un commento