“Sono la prova vivente del sogno americano, con Luigi Diotaiuti di Al Tiramisù”

Luigi Diotaiuti
Luigi Diotaiuti

Un’intervista con Vicky Colas su Authority Magazine, 26 gennaio 2021

Nell’ambito della nostra serie sulle storie di successo degli immigrati, ho avuto il piacere di intervistare Luigi Diotaiuti.

Il pluripremiato chef/ristoratore Luigi Diotaiuti è stato soprannominato “L’ambasciatore della cucina italiana” dalla Federazione dei cuochi italiani a Firenze, Italia nel 2018. Il proprietario dell’Al Tiramisu di Washington DC (nominato uno dei “50 migliori ristoranti italiani nel mondo 2019” di www.50topItaly.it) è da decenni uno dei preferiti delle celebrità. Il sommelier certificato e personaggio televisivo è anche noto per promuovere tradizioni culinarie sull’orlo dell’estinzione negli Stati Uniti, in Italia e in tutto il mondo. Nato, cresciuto ed educato in Basilicata, in Italia, lo chef Luigi si è formato in alcuni dei luoghi più prestigiosi del mondo prima di aprire il ristorante italiano “più autentico” di Washington DC ventiquattro anni fa. Le sue attuali attività culinarie e la costante presenza mediatica negli Stati Uniti e in Italia gli consentono di godere di notorietà e distinzione in entrambi i paesi. Nel 2017 è stato nominato dalla Federazione Italiana Cuochi “Ambasciatore della Cucina Basilicata nel Mondo”. Lo chef Luigi ha ricevuto il premio “La Toque” dalla National Area Concierge Association presso la Basilica del Santuario Nazionale dell’Immacolata Concezione a Washington, DC nel 2018.

Nato in una fattoria vicino a Lagonegro, in Basilicata, le radici della fattoria e della tavola dello chef Luigi hanno creato le basi per la sua attuale filosofia culinaria. È un illustre alunno della scuola di cucina di Maratea, dove torna spesso come relatore principale. La formazione formale dello chef Luigi comprende il lavoro in ristoranti rinomati come l’Hotel Georges V a Parigi, il Grand Hotel Bauer Grunwald a Venezia, il ristorante Il Gourmet e l’Hotel Bellavista a Montecatini, in Toscana e Costa Smeralda e Forte Village in Sardegna. Ha aperto il ristorante Al Tiramisù nel 1996, ricevendo l’ambita Insegna del Ristorante Italiano, il sigillo di approvazione del Presidente della Repubblica Italiana, nonché il premio Top Italian Restaurants 2018 del Gambero Rosso e il premio Snail of Approval di Slow Food DC.

Lo chef Luigi è membro dell’American Chefs Corps Network attraverso il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, dove ha condotto attività culinarie e partecipato a programmi all’Expo di Milano sia per conto dell’American Chefs Corps che per conto della sua regione natale, la Basilicata. Quando non cucina per celebrità come il primo ministro italiano Mario Monti, il segretario di Stato John Kerry e l’attore George Clooney, lo chef Luigi fa frequenti apparizioni sulla televisione americana e italiana ed è apparso in innumerevoli articoli sulla stampa. Chef Luigi è membro di The James Beard Foundation, The Diplomatic Culinary Partnership, Slow Food DC, The International Association of Culinary Professionals, the Culinary Historians of Washington, The Federation of Italian Cooks, ed è affiliato con la National Concierge Association e Ciao Italia .

Con la doppia cittadinanza, lo chef Luigi è appassionato di restituire a entrambe le comunità che considera casa. Ha fondato un’organizzazione senza scopo di lucro chiamata Basilicata: A Way of Living per mantenere le tradizioni locali della regione creando posti di lavoro e turismo. Qualche anno fa ha anche fondato Pasta Lab, un evento che unisce chef professionisti e cuoche casalinghe per sostenere le tradizioni artigiane della pasta del passato. In DC, lo chef Luigi insegna agli studenti del programma culinario della DC Central Kitchen a preparare le stesse antiche ricette, creando un ponte culinario tra le due culture. Trascorre anche il poco tempo libero che ha assistendo e conducendo dimostrazioni nei mercati degli agricoltori, partecipando a gare culinarie, ospitando eventi di beneficenza e cucinando con i bambini delle scuole locali.

Chef Luigi ha filmato una demo per una serie televisiva con Chef Amy Riolo. Il duo ha anche creato un documentario video intitolato The Beauty of Basilicata presso la James Beard Foundation in onore della cena che ha servito lì nel 2013. Hanno condotto una crociera culinaria da Istanbul ad Atene su Oceania Cruises nel 2014 e hanno scritto il primo libro di cucina dello chef Luigi, The Al Tiramisu Restaurant Cookbook: An Elevated Approach to Authentic Italian Cuisine (dicembre 2013). Soprannominato “The Next Big Thing in the Culinary World” da Elle Spain, creano anche molti eventi di diplomazia culinaria di successo, corsi di cucina ed eventi insieme. Leggi l’articolo completo qui.

Lascia un commento